Visita del Governatore Fabio Feudale 26 gennaio 2011

Caro Governatore Fabio Feudale,

 

sono ormai passati precisamente 341 giorni da quando, proprio in questa sede,  indirizzavo come presidente del Lions Club Medio Tagliamento un caloroso benvenuto al tuo predecessore.

 

Il tempo, nostro ineluttabile nemico, corre, e a noi spetta solo di saperlo usare adeguatamente, cosa che noi tutti speriamo ardentemente che accada anche quando ci dedichiamo alla vita del nostro Club e al lionismo in generale.

 

Se è vero che in quest’anno ho potuto acquisire una maggiore esperienza lionistica, 

 

Con questa maggiore esperienza,

 

 accompagnata sempre dallo stesso entusiasmo iniziale,

 

sono lieto questa sera

come Presidente del Club

di indirizzare anche a Te un caloroso saluto di benvenuto   

da parte di tutti i soci del Lions Club Medio Tagliamento.

 

Ti voglio subito dire che ritengo la tua visita molto importante perché ritengo la visita del Governatore del Distretto uno dei momenti unificanti e qualificanti dell’associazionismo lionistico,

in quanto rafforza l’idea di appartenenza del  Club ad una più vasta collettività,

alla quale ESSO è orgoglioso di appartenere e di contribuire,

nella sostanza e nello stile.

 

Credo che i Lions Club non siano delle entità isolate, abbandonate a se stesse, ma siano chiamati, anche attraverso il rispetto delle regole, a contribuire all’ immagine di serietà e autorevolezza che tutti hanno del lionismo, immagine essenziale per usare meglio l’esperienza di amicizia e volontariato che nel lionismo con il tempo matura.

 

 

 

Detto ciò, ti rassicuro immediatamente che questa sera sei in visita ad un Club vivo e vegeto, operoso, con tanta volontà di crescere;

con le sue pecche e qualche difetto, forse anche con qualche limite, ma anche con notevoli potenzialità che attendono di esprimersi adeguatamente.

 

Per illustrare la caratteristica peculiare del nostro Club mi sono trovato altre volte a dire quanto segue.

 

Il nostro Club è presente su due territori contigui,

separati dal medio corso del fiume Tagliamento

ed uniti dal Ponte della Delizia,

Ponte che è stato assunto come emblema del nostro Club:

mi riferisco al mandamento di Codroipo in provincia di Udine e del mandamento di San Vito al Tagliamento in provincia di Pordenone.

 

 

Questa composizione territoriale è la caratteristica che conferisce originalità al Club

ed è nel contempo

la fonte da cui scaturisce la sua forza

e la ragione del particolare maggiore impegno che ci viene costantemente richiesto:

 

Faccio un esempio: un service che trovi la sua sede in una delle due cittadine, solo per l’intuizione degli organizzatori (direttivo e commissioni)  capaci  di individuare argomenti di comune o quasi comune interesse per tutti i soci,

può coinvolgere tutti i soci, e quindi deve essere prodotto un primo sforzo diremo interno;

 

ma se vogliamo dare adeguata pubblicità all’esterno ai service dobbiamo impegnarci su due fronti: i mezzi di comunicazione si esprimono in compartimenti stagni tra le due province e quindi dobbiamo  contattare, allertare, sensibilizzare, coinvolgere  un doppio numero di corrispondenti, giornalisti e redattori.

Il risultato più appagante sarà quello che nella cronaca riferita a ciascun comune, nelle due distinte edizioni provinciali, si parlerà della presenza del proprio sindaco, ignorando la presenza dell’altro sindaco;

più frequentemente e amaramente,  la notizia del service verrà pubblicata solo nell’edizione della provincia nel quale si è svolto l’incontro.

 

Uno degli aspetti positivi è invece dato dal fatto che ai nostri incontri possono essere presenti i doppi: cioè due sindaci, oppure due assessori alla sanità o due assessori alla cultura;

questo solo per dire che ai nostri appuntamenti si possono incontrare tra loro, persone che normalmente non si incontrano e ciò rafforza la funzione del Club.

 

Un buon ruolo attrattivo per i nostri incontri e service è esercitato della nostra prestigiosa sede, questa settecentesca Villa Manin di Passariano, dove ci troviamo, che è conosciuta ben al di là dei nostri confini municipali.

 

 

Ora, in questo quadro, gli stessi semplici incontri tra soci possono acquisire quasi la dignità di service spesso una caratteristica di service

in quanto finalizzati alla formazione dello spirito di gruppo;

 

scopo che in una realtà urbanistica e territoriale più raccolta potrebbero invece essere raggiunti con  frequenti contatti personali tra tutti i soci,  anche attraverso quei riti quasi quotidiani ( caffè, aperitivo, mercato, compresenza alle funzioni religiose,  alle funzioni politiche e a quelle amministrative) tipici del modo di vivere (cultura) della nostra popolazione

( friulana, veneta, italiana)

Riti che noi possiamo celebrare solo parzialmente e separatamente.

 

 

Per superare queste difficoltà, anche di distanza tra i soci, come subito vedremo, facciamo ricorso alla modernità.

La tecnologia e i moderni mezzi di comunicazione ci danno una potente mano e oltre alle telefonate,  non ci facciamo mancare e-mail, sms;

abbiamo realizzato un sito, con nostro dominio, dal quale tutti possono attingere informazioni aggiornate sul Club:

 

ad esempio in questo momento nel sito c’è l’avviso di questa serata, ci sono tutti gli appuntamenti del Club fino alla serata di chiusura con lo scambio del martello; ci sono le  foto e molti rapporti degli incontri e dei service già svolti negli ultimo due anni;

 

informazioni utili ed operative, alle quali si aggiungono quindii ricordi e la nostra storia;

 

è nostra intenzione risalire addietro nel tempo per recuperare e pubblicare nel sito foto e documenti che altrimenti andrebbero persi o rimarrebbero nei cassetti, invece di diventare patrimonio comune del Club;

la percezione della propria storia e di una memoria almeno in parte comune  dovrebbe a parer mio aiutare a irrobustire l’immagine del Club e per quanto possibile a non relegare le sue manifestazioni nel campo dell’effimero.

 

 

Il programma di ATTIVITA’ e quindi di service e di incontri del 2010- 2011 posso sintetizzarlo così:

 

 

 DATA

 INCONTRO

 

 1

 13-07-10  ME   

 h 08.30 Casa del Presidente - Prima riunione del Consiglio Direttivo

Presenza 95%

 

 2

 11-09-10  SA

 h. 10.00 Visita Mostra a Illegio "Angeli-Volti dell'invisibile" 13.00 Pielungo Pranzo Visita Castello con presentazione biografia Conte Giacomo Ceconi a cura dell'autore dott. Vanes Chiandotto 

Presenza soci 43%;  Totale partecipanti n. 26

 

 3

 21-09-10 MAR

 h. 20.30 Consiglio Direttivo - Studio Rag. Giovanni Di Tommaso – Codroipo

Presenza 78%

 

 4

 24-09-10 VE

 h. 18.45 Serata di apertura - Cordovado - Santuario Madonna delle Grazie e Villa Curtis Vadi

 Presenza soci 71%; totale partecipanti n.55

 

 5

06-10-10 MER

 h. 19.15 - Codropio - Villa Manin. "Gli OGM - questi sconosciuti" Incontro di informazione con il dott. Giorgio Fidenato, protagonista di una dura battaglia, anche giudiziaria, per la coltivazione di mais ogm; aperto ai soci e loro ospiti.  

Presenza soci 68%; totale partecipanti n.58

 

 6

09-10-10 SA

 h. 11.15 Visita guidata alla Mostra "Rinascimento tra Veneto e Friuli" - Portogruaro - Collegio Marconi - In collaborazione con il Lions Club di Portogruaro;

Presenza soci 16%; totale partecipanti n.27

 

 7

20-10-10 MER

 h.18.30 - Codroipo - Villa Manin "L'energia fotovoltaica e solare" Incontro aperto al pubblico in collaborazione con la Confartigianato di Udine;

Presenza soci 35%; totale partecipanti n. 110

 

 8

10-11-10 VE

 h. 20.00 - Codroipo - Villa Manin - Incontro con lo scultore orafo codroipese prof. Piero De Martin "Storia del gioiello in fusione mediante la tecnica dell'osso di seppia". 

Presenza soci 55%; totale partecipanti n.45

 

 9

19-11-10 VE

 h. 19.45 - Codroipo - Villa Manin - Incontro con Cecilia Bianchi Milella Presidente dell'associazione umanitaria MIRA Onlus

Presenza soci 42%; totale partecipanti n.40

 

10

07 -12-10

 h. 18.00 - Codroipo - Villa Manin - Visita guidata alla mostra di pittore MUNCH 

Presenza soci 50%; totale partecipanti n. 220; 

 

11

18-12-10  SA

 h. 20.00 - Codroipo - Villa Manin - Festa degli Auguri

Presenza soci 77%; totale partecipanti n. 94

 

12

16-01-11 DOM

 h. 17.00 - San Vito -Teatro Arrigoni - "NOTE DI VITA" Service interclub con il Lions Club Udine Duomo a favore ell'ADAO (Associazione Disturbi Alimentari e Obesità) Friuli Onlus - Concerto con l' Orchestra a plettro "Città di Codroipo"

Presenza soci 47%; totale partecipanti n.200

 

13  

18-01-11

h. 20.30 - San Vito - Casa del Presidente - Riunione del Consiglio Direttivo

Presenza 67%

 

14

26-01-11 MER 

 h. 20.00 - Codroipo - Villa Manin - Sede del Club Ristorante del Doge - Visita del Governatore

Presenza soci      %; totale partecipanti n.36

 

15

09-02-11 MER

 h. 20.00 - Codroipo - Villa Manin - Sede del Club Ristorante del Doge - Storia Delle Frecce Tricolori Conferenza con Gen. Da Forno Storico e speaker delle Frecce Tricolori

 

16

24-02-11 GIO

 h. 20.00  - Serata di informazione medica Conferenza aperta al pubblico della gastroenterologa dtt.ssa Teresa Lacchin

 

17

01-03-11 MER

 h. 20.00  - Riunione Consiglio Direttivo per le nomine ex art IV Regolamento Club

 

18

16-03-11 MER

 h.20.00 Assemblea Soci - Rinnovo cariche

 

19

26-04-11 SA

 h.9.30 Visita alla fabbrica di pianoforti Fazioli.

 

20

01-04-11 VE

 h. 20.00 Codroipo - Concerto serale 

 

21

10-04-11  DOM

 h. 10.00 Codroipo - Cantine Pittaro - Family Day

 

22

 22-23 04 11 VE - SA

 Viaggio Club

 

23

11-05-11 MER

 h.20.00 Serata con il Regista Alberto Fasulo - Proiezione film "Rumore Bianco" relativo al fiume Tagliamento

 

24

22-05-11 DOM

 Partecipazione alla Gita Distrettuale TA2: Venezia di notte: tra luci e magie, navigando sul Sile

 

25

10-05-11 VEN

Premiazione Giovane talento 

 

26

17-06-11 VEN 

Scambio del Martello 

 

 

 

 

Nel delineare questo programma ho privilegiato due aspetti: il RITMO delle iniziative, perché non si potesse dire che il club è in stato di torpore

 

e  l’apertura all’ESTERNO in modo che non si potesse dire che il club è ripiegato su se stesso:

 

perché ritengo che il torpore e il ripiegamento su se stessi siano esiziali per un Club, soprattutto se di campagna.

 

Quindi, ad esempio, ben vengano le scoperte delle eccellenze del territorio, purchè ci aiutino a guardare lontano.

 

Un programma più intenso ci ha permesso di essere più attenti alle esigenze del territorio, mi riferisco ad esempio alla serata di beneficenza con Concerto in San Vito dell’Orchestra a plettro Città di Codroipo, service condotto il 16 gennaio  assieme al Lions Club Udine Duomo, che ha permesso di donare Euro 8.280,00 all’ADAO – Associazione Disturbi Alimentari e Obesità – ONLUS che collabora con l’Ospedale di San Vito e promuove la creazione della struttura del Centro Residenziale per la Cura dei Disturbi alimentari in San Vito al Tagliamento.

La somma era stata in buona parte raccolta da tempo dal Lions Club Udine Duomo; durante la serata è comunque stata raccolta una somma importante, e il resto lo ha messo il nostro Club.

 

Altri service a cui il Club ha dato vita sono:

 

1)  la raccolta degli occhiali con partecipazione del Club al service internazionale e che vede come assoluto officer e protagonista di un bel successo personale il socio Corrado Salvi, che nel  corso del 2010 ha consegnato da parte del Club    al Centro Italiano di raccolta  che si aggiungono alle 900 paia di occhiali del 2009, alle 1098 paia del 2008 e alle 620 paia del 2007;

2) la collaborazione ormai istituzionale con il Comitato del Libro Parlato di San Vito al quale il Club contribiìuisce anche con denaro;

3) il service a favore dell’aAssociazione Mira Onlus che opera in India a contatto con la popolazione preariana degli Adiavasi, al quale pure è stata consegnata una somma.

 

Complessivamente le energie economiche non ci mancano, visto anche l’incremento del numero dei soci, che ha anche evitato l’aumento della quota associativa ora attestata ad Euro 850,00 per socio, e nella quale è ricompresa la partecipazione per il socio a tutte le serate.

 

Abbiamo comunque potuto constatare che la collaborazione con altri Club aiuta ad essere più efficaci soprattutto verso l’esterno;

 

anche se i club non appartengono alla stessa Zona o alla stessa Circoscrizione.

 

  

Per dare apertura all’esterno, cosa di cui ho avvertito per il Club GRANDE NECESSITA’, si sono trascurate un po’ le occasioni di incontro per SOLI  soci, che però sono sempre occasioni fin troppo facili da recuperare: in compenso le riunioni del consiglio direttivo sono state quasi regolari, ma soprattutto allargate e affollate.

 

Ma non posso non sottolineare che i soci nel nostro Club,

 

 tra le numerose iniziative nelle quali essi  si sono incontrati assieme ad ospiti,

 

anche quest’anno hanno potuto contare in una Festa degli Auguri, che a memoria di Club ha sempre avuto qualcosa di speciale: ed anche quest’anno ad essa non sono mancate le famiglie e i bambini (25).

 

 

 Qualche altra parola e qualche numero sui soci:

 

SITUAZIONE SOCI ad oggi= tot. 31+1

 

 

DIVISIONE PER CATEGORIA

 

EFFETTIVI :………………….25 + 1 (Vendrame)

ONORARI:……………………2 (Lant – Macor)

PRIVILEGGIATI……………..2 (Cenarle- Scagnetti)

AGGREGATI…………………2 (Bidin – Civello)

 

 

DIVISIONE PER ETA’

 

 

Fino a 50 anni………………….6  (19,3%)

Da 50anni a 70………………...19 (61,4%)

Oltre 70………………………...6  (19,3%)

 

 

 PRESENZE AGLI INCONTRI

 

-        Serata di apertura del 24/09/10…………….71%

-        Serata OGM del 06/10/10………………….68%